Contorni/ lievitati salati/ pizze e torte salate/ secondi piatti

Pizza parigina intrecciata

Ho preparato la pizza parigina intrecciata per il nuovo numero di Eva cucina, già in edicola da qualche giorno. E’ una tipica pizza rustica di origine napoletana, molto gustosa composta da una base morbida d’impasto per  pizza, una farcitura filante con pomodoro, prosciutto cotto e provola, infine ricoperta da uno strato di pasta sfoglia. Buonissima!!

Qui trovate una versione più semplice, senza intreccio ma allo stesso modo buona e gustosa.

Pizza parigina intrecciata

INGREDIENTI:

Per la base

  • 300 g di farina 0
  • 200 ml di acqua
  • Mezzo cucchiaino di zucchero
  • 5 g di lievito di birra fresco
  • Mezzo cucchiaino di sale
  • Mezzo cucchiaio di olio extravergine di oliva

Per la farcitura

  • 2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare
  • 400 g di passata di pomodoro
  • 200 g di prosciutto cotto in fette
  • 200 g di provola
  • sale
  • origano
  • Basilico
  • 1 tuorlo per spennellare
  • latte per spennellare
  • semi di sesamo per la copertura

PROCEDIMENTO

Per prima cosa preparate la base:

Sciogliete il lievito nell’acqua con lo zucchero, lasciate da parte per 5 minuti.

Nella ciotola della planetaria versate la farina, azionate e versate a filo il composto di acqua e lievito, iniziate ad impastare poi aggiungete il sale e l’olio, continuate ad impastare per almeno 10 minuti, dovete ottenere un composto liscio e omogeneo. Mettete l’impasto dentro una ciotola coprite con per pellicola trasparente, lasciate lievitare in forno spento con luce accesa per almeno 2 ore o comunque fino al raddoppio di volume.

Trascorso il tempo di lievitazione:

Rivestite lo stampo con carta forno, poi spennellate di olio extravergine di oliva la carta forno.

Stendete l’impasto con le mani oleate, ricoprite tutto lo stampo.

Farcite con uno strato di passata di pomodoro (precedentemente condita con un pizzico di sale, origano, basilico e un filo d’olio) avendo cura di fermarvi a mezzo centimetro dal bordo, aggiungete le fette di prosciutto cotto, poi la provola precedentemente tritata.

A questo punto prendete la pasta sfoglia, stendetela e per ciascun rotolo ricavate 10 strisce da circa 2 cm, lasciate le strisce sopra la carta forno.

Prendete il primo rettangolo di pasta sfoglia, alzate fino a metà rettangolo. una striscia si e una no, ripiegandole su se stesse, appoggiate una striscia (presa dall’altro rettangolo di pasta sfoglia) in orizzontale su quelle rimaste.

Riportate verso il basso le strisce, passandole sopra in maniera da bloccarla.

Adesso procedete in maniera inversa, mettete un’altra striscia orizzontale e ripiegate di nuovo le altre strisce verso il basso.

Procedete in questo  modo fino ad intrecciare metà rettangolo, alternando sempre le strisce tra loro. Dopo aver completato la prima metà, procedete allo stesso modo per completare la restante parte.

Adagiate l’intreccio di pasta sfoglia sopra la mozzarella e ritagliate i bordi in eccesso.

In una ciotola unite il tuorlo con un goccio di latte e mescolate, poi spennellate il composto su tutta la superficie, infine distribuite una manciata di semi di sesamo.

Infornate a 200° in forno statico caldo per 30 minuti circa o comunque fino a doratura, i tempi di cottura possono variare in base al proprio forno.

Sfornate e lasciate intiepidire qualche minuto prima di servire.

La pizza parigina intrecciata è pronta!!

A presto

Carmelita

Vi aspetto sul mio profilo Instagram @unpizzicodipeperosa #unpizzicodipeperosa.

Ti piacciono le mie ricette? Se ti va seguimi sulla mia pagina facebook Un pizzico di pepe rosa .

(Visited 94 times, 1 visits today)

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Data protection
, Owner: (Registered business address: Germany), processes personal data only to the extent strictly necessary for the operation of this website. All details in the privacy policy.
Data protection
, Owner: (Registered business address: Germany), processes personal data only to the extent strictly necessary for the operation of this website. All details in the privacy policy.